Fosse biologiche e pozzi neri: di che si tratta e come sono realizzate

Gli scarichi domestici, quando l’abitazione è troppo lontana dalla rete fognaria, confluiscono in un pozzo sotterraneo che ha solo tubature in ingresso e nessuno in uscita. Se la rete fognaria non è ben sviluppata in certe zone, sono tante le abitazioni che devono ricorrere a questo stratagemma per gli far defluire tutti gli scarichi di casa. Il pozzo nero è molto più comune di quanto si pensi e si riempie un po’ per volta con il passare del tempo; ogni volta che si apre un rubinetto, la lavatrice scarica oppure si tira lo sciacquone, il pozzo nero si riempie un po’ di più. quando l’acqua dentro al pozzo raggiugere un certo livello di soglia, allora si deve chiamare la ditta specializzata per farlo svuotare e pulire per bene.

Come è realizzato

Il sistema di fognature e scarico di un’abitazione che non può essere collegata alla rete fognaria deve esser fatto da un abile idraulico che realizza l’impianto secondo la normativa attualmente vigente. Ci sono diversi modi per procedere con la realizzazione di un pozzo nero, una sorta di cisterna senza uscite dove arrivano tutte le acque nere e grigie di casa. Una prima soluzione è realizzale la vasca in cemento. È il materiale da costruzione per eccellenza che si usa sempre in questi casi grazie alla sua grande robustezza e resistenza. Il cemento non teme alcun tipo di rottura come anche altri materiali. Per esempio, si può usare la plastica pvc che è un prodotto molto comune per le tubature e gli scarichi. Il pozzo nero in pvc dura a lungo negli anni senza problemi. Un’ultima soluzione per realizzare il pozzo nero è usare la vetroresina, un materiale molto resistente anche se è poco usato ancora. L’idraulico realizza un impianto a norma che rispetta le leggi e viene anche vetrificato per poter avere tutte le carte in regola da presentare a chi di dovere.

Per prendere subito un appuntamento, clicca qui www.prontointerventoidraulico-roma.com