Il paradiso tropicale della Toscana: le spiagge bianche di Rosignano Solvay per le prossime vacanze di primavera

Rosignano Solvay è una località marittima in provincia di Livorno, meta perfetta per trascorrere le vacanze di primavera. Tanti sono i motivi per cui dirigersi qui è un’ottima idea, partendo dalle bianche spiagge fino alle prelibatezze della cucina tradizionale toscana. Per le prossime vacanze della stagione primavera/ estate, ci sono tantrismi spunti e idee diverse da valutare, tra cui anche la Toscana che è meravigliosa in questo periodo con un tripudio di colline in fiore.

Il lungomare di Rosignano Solvay

La maggiore attrattiva di questa località è sicuramente il lungomare che è preso d’assalto dai turisti, soprattutto durante l’estate. Dalla terrazza delle Quattro Repubbliche Marinare inizia una bellissima promenade fino al porto del Circolo Canottieri Solvay e alle imperdibili Spiagge Bianche. Sono i litorali più a nord verso la Liguria che vantano circa 4 chilometri di candida sabbia. Per tale ragione, questo tratto costiero viene paragonato alle spiagge dei tropici. Sabbie bianche dolcemente lambite da acque cristalline fanno subito pensare ai paradisi tropicali più lontani, ma tutto questo si trova in Toscana! Le prossime vacanze di primavera sono il momento ideale per concedersi un attimo di pure relax lontani dallo stress cittadino e dai mille impegni lavorativi.

La particolare colorazione della sabbia è dovuta a un impianto produttivo del bicarbonato di sodio, usatissimo in cucina e non solo. Per arrivare in questo angolo di paradiso terrestre, ancora piuttosto libero durante la bassa stagione, si deve attraversare una piccola collina artificiale in località Lillatro oppure lungo la Via Aurelia tra Rosignano e Vada in corrispondenza della foce del fiume Fine. Altro punto di accesso per arrivare alla spiaggia bianca è in località Pietra Bianca.

Le specialità enogastronomiche

La Toscana non è famosa solo per le sue meraviglie naturali lungo la spiaggia, i borghi medievali tra le colline in fiore o le città d’arte, ma anche per la sua cucina. Le tradizioni culinarie toscane conquistano davvero tutti. Tra i piatti che si devono sicuramente assaggiare quando si è in questa zona ci sono i crostini con il paté di fegatini, fatti con il quinto quarto del pollo o del coniglio. Per quanto riguarda i primi piatti, non si possono prendere i pici all’aglione (un sugo di pomodoro con tanto aglio) oppure con il ragù di cinghiale.

Il vero must della cucina toscana resta però la carne alla brace. Una bistecca alla fiorentina non può mai mancare in una cena tipica toscana, infatti. Essendo vicini al mare, i piatti di pesce sono tanti, come il cacciucco alla livornese, una zuppa di pesce fresco e pomodoro.  A fine pasto, si devono assaggiare i necci, un dolce tipico della zona di Livorno. Si tratta di una sorta di crepes fatta con la farina di castagne. Tradizionalmente si cuoceva tra due pietre messe sul fuoco vivo. Ottime farcite anche con formaggi freschi come la ricotta.