Maskne: che cos’è e come si previene

Moltissimi negli ultimi tempi avranno notato un aumento di impurità, acne, pelle grassa, punti neri e imperfezioni nella zona del mento. Questo fenomeno ha preso il nome di maskne perché legato all’uso della mascherina per proteggersi dall’infezione da corona virus o covid – 19. Di seguito, è possibile scoprire che cos’è il maskne, che cosa lo causa e soprattutto come prevenirlo.

Che cos’è il maskne

Con il termine maskne si uniscono due parole inglesi: mask e acne. Si intende quindi l’acne che compare usando la mascherina. Si tratta di un sensibile aumento di impurità proprio sul mento ma anche naso e labbra, guance a causa del prolungato della mascherina. La pelle non riesce a respirare e i pori sono chiusi generando più impurità. Lo sfregamento provocando abrasioni, rossori e l’umidità aumenta.

Ovviamente, la soluzione non è quella di non indossare più la mascherina, ma quelle elencate di seguito.

Cambiare e lavare la mascherina

Spesso le irritazioni cutanee sono legate a una mascherina usata. Un accumulo di batteri può essere la causa scatenante del maskne. Per questo motivo, bisogna ricordare di lavare le mascherine oppure cambiare quelle monouso.

Limitare l’esfoliante

Molte persone alle prese con l’aumento di impurità nella zona del mento, hanno pensato bene di dacci dentro con l’esfoliante e lo scrub. Attenzione però che un eccesso potrebbe dare il risultato contrario. Esfoliare l’epidermide rende la pelle più sensibile e nuove tutte le protezioni del derma perciò bisognerebbe evitare di esagerare ed esfoliare delicatamente la pelle solo una volta in settimana.

Usare un tonico o un latte detergente

Quando la pelle è ricca di impurità bisogna procedere con una skincare adeguata. Uno dei prodotti che non può mai mancare per prevenire l’acne da mascherina è il latte detergente. Comprare e acquistare i cosmetici on line permette di avere un prodotto che lenisce la pelle irritata dopo aver indossato per molte ore la mascherina chirurgica.

Dopo aver lavato il viso, dopo lo scrub e prima dell’uso della crema idratante, bisogna sempre utilizzare un tonico va bene che sia naturale e privo di profumazioni e alcol. Il tonico aiuta a rimuovere le impurità presenti nei pori e minimizzarli. Basta passarlo con un dischetto di cotone oppure anche direttamente sul derma con le mani.

Cambiare la federa e lavare i pennelli

Proprio come si consiglia di cambiare spesso la mascherina, eccesso di batteri causa l’acne potrebbe essere presente su altri dispositivi che si utilizzano quotidianamente. Per esempio, bisogna cambiare la federa del cuscino più spesso possibile. Lo stesso vale per i pennelli e le spugnette per il trucco. Meglio non dimenticare nemmeno lo smartphone che spesso viene a contatto con la pelle aumentando la proliferazione batterica.

Non usare una crema troppo ricca

Idratare la pelle è ovviamente fondamentale ma quando c’è un eccesso di impurità, conviene utilizzare una crema che non sia troppo ricca. La crema idratante deve avere una texture leggera per facilitare l’assorbimento. Nei casi peggiori di pelle molto rovinata, vale la pena prendere in farmacia o parafarmacia una pasta a base di zinco.