Rivestimenti in amianto: come si procede per la sicurezza

Dove si trova l’amianto

Nel caso in cui il materiale pericoloso si dovesse trovare nei rivestimenti di un’abitazione, significa che il prodotto è molto diffuso. Data l’estensione dell’area è difficile intervenire per asportare l’amianto, detto anche asbesto. Per questa ragione di ricorre a un sistema chiamato confino. Spesso l’amianto veniva usato per i rivestimenti del tetto, come isolante tra un piano e l’altro della casa nonché tra le varie stanze. Oggi ci sono ancora edifici costruiti prima del 1990 che hanno amianto al loro interno. Nonostante si tratti della tipologia meno pericolosa perché non libero, per evitare il contatto con le pericolose fibre volatili, si procede con al realizziamone di una barriera protettiva. Ogni volta che viene ritrovato dell’amianto nei rivestimenti delle abitazioni ma anche di altri luoghi come ospedali, scuole, uffici etc. si ricorre a questo metodo che garantisce un ottimo risultato finale, sicuro per la salute di tutti. Basta fare riferimento ai maggiori esperti del settore per avere un servizio top di questo tipo.

Come si procede

Per poter garantire la massima sicurezza della salute delle persone, si procede con il cosiddetto metodo del confino. Questa operazioni devono essere affidate i maggior esperti del settore, cioè quelli che sono inscritti all’apposito albo per trattare i rifiuti pericolosi. Nelle parti in cui si trova l’amianto, venie realizzato un controsoffitto oppure una contro parete don il cartongesso. Questo materiale è davvero molto utile e molto usato nel campo edile per diversi scopi. Anche quando si tratta di confinare un materiale pericoloso, si fa uso del cartongesso. I vantaggi che si hanno dall’usare il cartongesso per confinare i prodotti pericolosi contenenti amianto sono molti; dopo la sua applicazione non c’è più il rischio di entrare in contatto con le pericolose fibre che compongono l’amianto. Dopo avere applicato le contro parti. Seguirà una fase di verifica e controllo per poter monitorare la tenuta dell’intervento ed esser certi della sicurezza.

Per info e / o prenotazioni: www.smaltimentoamiantoroma.info