Ecobonus caldaia 2021

Dovete cambiare la caldaia? E’ il momento giusto, sfruttando l’Ecobonus caldaia 2021. E’ un incentivo del Governo per invogliare i cittadini a rimodernare gli impianti di riscaldamento. Un intervento che si inserisce tra quelli di recupero del patrimonio edilizio esistente e di miglioramento dell’efficienza energetica.

L’importo massimo detraibile è pari a 10 mila euro. Perché le spese siano riconosciute, i pagamenti devono essere fatti tramite bonifico o con carte di credito; non sono ammessi assegni o contanti. Avete tempo per aderire sino al 30 giugno.

La normativa

La direttiva europea ErP del 2015 ha sancito la fine delle caldaie a camera aperta, che prendono l’aria dall’interno del locale in cui sono installate. Questo tipo di apparecchi è uscito definitivamente fuori produzione dal 2018. Oggi quindi qualsiasi nuova caldaia deve essere a condensazione oppure a camera stagna.

Quindi, se avete ancora un impianto di vecchio tipo, potreste sfruttare l’incentivo e passare a uno più moderno. Contattate assistenza caldaie Beretta Roma per trovare la soluzione ideale per voi.

Come funziona l’Ecobonus

E’ stato confermato anche per l’anno in corso l’incentivo per la sostituzione delle vecchie caldaie, a favore di apparecchi che consumino meno energia e favoriscano il risparmio energetico. Sebbene le caldaia di ultima generazione abbiano un costo più alto, la spesa è ammortizzata da una maggiore efficienza e, di conseguenza, da una bolletta più bassa.

In bonus è erogato sotto forma di credito di imposta dalla dichiarazione dei redditi, sia con il modello 730 che con il modello Unico; utilizzabile anche per i redditi del 2020. La percentuale dipende dal modello di impianto che verrà installato. Vediamo quali sono.

Detrazione al 50 per cento

Dall’anno 2020, la detrazione per l’installazione di una caldaia a condensazione di classe A è scesa dal 65 al 50 per cento. Questo significa che la metà delle spese sostenute diventa un credito del cittadino con lo Stato, da sfruttare come detrazione di imposta dovuta. Non è prevista detrazione per le caldaie di classe B

Detrazione al 65 per cento

La percentuale di spesa detraibile sale al 65 per cento se, contestualmente all’allacciamento di una caldaia a condensazione di classe A, si posizionano anche sistemi di termoregolazione evoluti.