Nuove regole per gli assegni famigliari: quello da sapere

Un bravo investigatore privato Roma è quello che interviene per ogni genere di controversia, sia in ambito famigliare che professionale. Molte volte la squadra che si occupa di investigazioni, è chiamata a raccogliere materiale probatorio per smettere di pagare gli alimenti all’ex partener. È una questione molto spinosa che spesso vende cambiare le regole e leggi di riferimento. Rivolgersi a un bravo detective aiuta anche a fare maggiore chiarezza sui riferimenti legali. Grazie alle sue conoscenze, il detective può ma anche indirizzare verso un avvocato esperto in questo ambito.

Le nuove regole di riferimento

Molte persone potrebbero smettere di pagare gli assegni per gli alimenti a un ex partner che si è rifatto una vita. È stato dichiarato con una sentenza datata aprile 2015 con la quale la Corte di Cassazione ha creato un precedente importante nella giurisprudenza. In sostanza, la sentenza dice che se l’ex partener ha iniziato una nuova convivenza, significa che di fatto si è rifatto una nuova vita. Rifarsi una vita significa, secondo la corte, non avere più bisogno di un assegno di mantenimento da parte dell’ex partener. Iniziare una convivenza significa dare vita a un nuovo nucleo famigliare, anche se si tratta di sole due persone. La consistenza del nucleo famiglie non importa: basta convivere con un’altra persona per far decadere il diritto all’assegno di mantenemmo.

Come dimostrare la nuova convivenza

L’intervento di un investigatore privato Roma ha lo scopo di provare la nuova convivenza che deve avere certi requisiti come: la durata e la stabilità. Le caratteristiche di stabilità e continuità possono esser provate dal materiale raccolto dalla squadra di investigazioni private. Dimostrando il nuovo stato famiglia dell’ex partner davanti a un giudice, si ha una sentenza a favore. Non sarà infatti più dovuto l’assegno divorzile, anche verso eventuali figli. Tutto il materiale raccolto dal detective privato serve per raggiungere l’obiettivo di non dover più versare gran parte dello stipendio all’ex coniuge, evitando di erodere così le proprie entrate mensili.