Rischi legionella: come evitare il contagio

È degli ultimi giorni la notizia di molti casi di infezione del virus legionella. La situazione no è critica ma pur sempre preoccupante: la frequenza dei contagi è molto più alta rispetto al normale e questo preoccupa le autorità sanitarie e no solo. si sono registrati nuovi 18 contagi di legionella e alcuni decessi nei soggetti più anziani. Il virus è infatti molto pericoloso se vien contratto dalle persone deboli come gli anziani che magari hanno già altre patologie, spesso cardiache, in corso. Il virus della legionella è presente nell’acqua e l’unico modo per essene contagiati è respirare le piccole goccioline di acqua che lo contengono. Sotto accusa ci sono molti mezzi per il contagio, tra cui i condizionatori e climatizzatori.

Come avviene il contagio

Forse non tutti sanno che i filtri dell’aria del condizionatore rappresentano un ambiente prefetto per la proliferazione di questo batterio molto pericoloso che provoca febbre molto alta. ll batterio cresce nei filtri ai carboni attivi a nido d’ape che hanno il compito di trattenere le impurità presenti nell’aria prelevata da fuori. Il raffreddamento dell’aria crea un po’ di condensa dove i batteri proliferano. Non appena il getto di aria fredda viene emesso fuori dal corpo centrale. Vengono sparate in aria delle minuscole goccioline di acqua che sono il mezzo di trasporto per il virus. Le piccolissime goccioline di acqua contaminata che contengono il virus vengono poi inalate e così la persona viene contagiata.

Come evitare i rischi

Molti sono i consigli per evitare il rischio di contagio da legionella. Anzitutto, è sempre bene arieggiare dopo aver usato l’acqua calda in modo che non ci sia condensa contaminata. Per quanto riguarda il condizionatore o il climatizzatore questo deve sempre esser fatto controllare. I filtri dell’aria vanno sostituti periodicamente ed è meglio lavarli di tanto in tano con una soluzione antibatterica: basta un po’ di candeggina e acqua calda per uccidere definitivamente eventuali batteri intrappolati nel filtro dell’aria.

Per maggiori informazioni: www.assistenzacondizionatoriaroma.it